Che cosa è un ambiente difficile?

Riceviamo costantemente richieste per reattori e sistemi di caratterizzazione che devono sopportare reagenti e/o prodotti che sono corrosivi, reattivi o instabili. Tipicamente consideriamo che questi contribuiscano a rendere l'ambiente di lavoro difficile per i nostri strumenti. In molti anni di esperienza abbiamo imparato come rendere compatibili i nostri sistemi con questi composti in modo da fornire strumenti affidabili ai nostri clienti.

Alcune reazioni difficili

Molte reazioni catalitiche importanti utilizzano o generano composti acidi. Per esempio, nell'industria del petrolio è comune usare catalizzatori per rimuovere lo zolfo dai materiali grezzi. Nel processo di deidrodesulfurizzazione (HDS), un processo catalitico chimico rimuove lo zolfo dal gas naturale e dai prodotti raffinati. Lo zolfo è presente principalmente come acido solfidrico (H2S), ma anche come mercaptani, solffuri, bi-solfuri, tiofeni, etc. I solfuri sono i maggiori responsabili della corrosione degli strumenti. Ci possono però essere altre sostanze corrosive, come SO2 e SO2, per esempio. A causa della loro corrosività, queste sostanze richiedono l'utilizzo di materiali speciali nella costruzione degli strumenti. 

Ci sono molti altri processi che prevedono l'utilizzo di reagenti o prodotti acidi. Lo studio dei convertitori catalitici per i veicoli utilizza ossidi di idrogeno, molecole acide, come reagenti per simulare i gas di scarico. Gli strumenti per questi studi richiedono quindi l'utilizzo di materiali speciali per limitare la corrosione.

Un altro tipo di composti che richiede l'utilizzo di materiali speciali sono gli alogenuri. Per esempio, un processo che li prevede è l'ossidazione catalitica di VOC alogenati nei rifiuti. L'ossidazione catalitica è un metodo interessante per trattare questi rifiuti pericolosi, ma lo studio di queste reazioni è ostacolato dalla compatibilità dei materiali degli strumenti di prova.

 

Reattori BenchCAT

I reattori BenchCAT di Altamira possono essere prodotti usando vari materiali molto resistenti. Abbiamo infatti molta esperienza nell'utilizzo di materiali diversi dagli acciai inossidabili convenzionali. Per esempio, possiamo fornire reattori in Incolloy, Monel e altre leghe di cromo e nickel di elevata qualità. Per reazioni a bassa pressione possiamo fabbricare reattori in quarzo. Questi tipicamente soddisfano le richieste per una migliore resistenza alla corrosione e al logoramento e offrono una maggiore resistenza alla tensione, specialmente alle alte temperature. Per quanto riguarda valvole e mass flow controller, offriamo come standard guarnizioni "premium", come Kalrez, PTFT, etc.

Inoltre, offriamo acciai inossidabili ricoperti. Coating superficiali come Sulfinert® or SilcoNert® sono inerti e resistono a H2S, mercurio, ammoniaca e molti altri composti reattivi. Questi coating possono essere applicati all'acciaio inossidabile dei tubi, delle connessioni, valvole, filtri, praticamente tutti i componenti di una linea di alimentazione o di prodotto. Questi coating sono estremamente stabili in temperatura. Per esempio, SilcoNert-1000 viene garantito fino a 1000C.

Per avere la maggiore resistenza alla corrosione possibile, offriamo anche tubi ricoperti in quarzo. Questi vengono di solito forniti con diametri da 1/8 o 1/4 d di pollice. La nostra officina ha grande esperienza nel maneggiare, piegare e montare tubi ricoperti in quarzo. Possiamo garantire intere linee senza crepe o restrizioni.

Per processi che generano HF possiamo offrire tubi in Teflon come alternativa per le linee di feed e di prodotto.

 

La famiglia AMI di strumenti di caratterizzazione

Materiali simili possono essere usati negli strumenti della famiglia AMI per la caratterizzazione dei catalizzatori. Abbiamo avuto molte richieste di strumenti per la caratterizzazione di catalizzatori usando molecole estremamente acide, come H2S or SO2. In questi casi possiamo limitare la corrosione usando tubi ricoperti. Per esempio, il nostro AMI300S puo essere dotato di una linea dedicata ricoperta di quarzo per iniettare reagenti contenenti zolfo.